Call Us: +39 0377 220 666

DIFESA INTEGRATA OBBLIGATORIA: il piano di azione nazionale

E’ ufficiale: la direttiva 2009 del Parlamento europeo e del consiglio “che istituisce un quadro per l’azione comunitaria ai fini dell’utilizzo sostenibile dei pesticidi” sarà attuata.
Come stabilito dal Decreto del 22 gennaio 2014, in Italia è stato approntato un “Piano di azione nazionale” (Pan) per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari e la promozione di tecniche di difesa integrata.

OBIETTIVI

Il Piano di azione nazionale vuole essere uno strumento per guidare e controllare l’adozione di misure attraverso cui realizzare un cambiamento nelle pratiche agronomiche per ridurre i rischi per l’ambiente, la biodiversità e la salute dell’uomo.

Perché tutto questo possa realizzarsi, il Pan propone (qui di seguito espresso in linea generale):

  • azioni di formazione circa i rischi connessi all’uso di fitosanitari,
  • informazione della popolazione sui suddetti rischi,
  • controllo e manutenzione sistematica delle macchine irroratrici di fitosanitari,
  • divieto di irrorazione aerea (tranne casi specifici),
  • protezione particolare di aree specifiche e dell’ambiente acquatico,
  • corretto uso e gestione dei fitosanitari,
  • promozione di tecniche agronomiche alternative,
  • incremento di aree ad agricoltura biologica,
  • controllo e divulgazione dei risultati ottenuti.

ALCUNI CAMBIAMENTI

Entro fine novembre 2015, sarà attivato un nuovo sistema di formazione per il rilascio del patentino obbligatorio per l’abilitazione alla vendita, all’acquisto e all’utilizzo di fitosanitari.
I corsi saranno di competenza della Regione e avranno lo scopo di innalzare il livello delle conoscenze dei vari operatori. La durata sarà maggiore rispetto a quelli attuali e i requisiti di accesso varieranno in base alle figure professionali. Dopo cinque anni, sarà possibile rinnovare l’abilitazione partecipando solo a un corso di aggiornamento.

Dalla stessa data, sarà introdotta ufficialmente la figura del consulente che si occuperà di istruire le aziende circa le azioni da compiere per una corretta difesa integrata. La professione potrà essere esercitata solo con il conseguimento di una specifica abilitazione. Inoltre, è fatto presente che l’esercizio di consulenza è incompatibile con chi avrà rapporti di lavoro diretto con aziende produttrici di agrofarmaci.

Dal 26 novembre 2015, il patentino sarà necessario per l’acquisto e uso di qualsiasi prodotto fitosanitario, mentre oggi è indispensabile solo per quelli tossici e nocivi.

DIFESA INTEGRATA

In linea con la Direttiva, il Pan stabilisce che la difesa integrata diventerà obbligatoria per tutte le aziende agricole con l’adozione di tecniche appropriate.
Tuttavia sono previsti due livelli: uno falcoltativo che si rifarà alle misure agroambientali dei Piani di Sviluppo Regionali e uno obbligatorio con regole base (manutenzione attrezzatura, corsi formazione) e senza limiti all’uso dei fitosanitari in commercio se non nel rispetto dei principi di difesa integrata previsti dall’all. III, D.lgs. 150/2012.
Questi principi declinati in 8 punti prevedono (qui espressi in linea generale):

  • adozione contro organismi nocivi di azioni per la prevenzione o eliminazione quali rotazione colturale, tecniche colturali adeguate, scelta di cultivar resistente, misure igieniche, pratiche agronomiche equilibrate e utilizzo di organismi utili;
  • utilizzo di strumenti per il monitoraggio, l’allerta, la previsione e la diagnosi basate su dati scientifici;
  • indicazione dei valori soglia per applicare misure di controllo, stabilite in base al territorio;
  • preferenza, dove possibile, dei metodi biologici e fisici su quelli chimici;
  • scelta di prodotti fitosanitari selettivi con minimi effetti per l’uomo e l’ambiente;
  • dosi ridotte, diminuzione del numero dei trattamenti e trattamenti localizzati per evitare l’insorgenza di resistenze degli organismi nocivi;
  • strategie di antiresistenza per mantenere l’efficacia dei prodotti fitosanitari;
  • verifica del grado di successo delle strategie di difesa applicate.

CONSEGUENZE

Come indicato dal PAN (Piano di Azione Nazionale), la difesa integrata comporterà il ricorso a tecniche e strumenti scientificamente validi che consentirà alle aziende di poter attuare in modo corretto le pratiche indicate dal decreto. L’attività dell’utilizzatore professionale di agrofarmaci sarà comunque monitorata: diventa infatti obbligatorio tenere un registro dei trattamenti fitosanitari in azienda (chi non rispetta l’obbligo rischia sanzioni già operative dai 500 ai 1500 euro). Il registro consentirà di conoscere nel dettaglio tutti i trattamenti effettuati sulla coltura: chi ha fatto l’intervento, per quale avversità, in che quantità e quando.
Al fine di avere tutti i dati necessari al rispetto delle direttive indicate dal PAN, l’utilizzatore professionale dovrà conoscere, disporre direttamente o avere accesso a:

  • bollettini territoriali e manuali di difesa integrata.

Regioni, enti e aziende dovranno lavorare insieme per realizzare questo cambiamento da cui dipende il futuro di tutti.





  • IOT IN THE GREENHOUSE: against the diseases and parasites of watermelons
    IOT IN THE GREENHOUSE: against the diseases and parasites of watermelons
    IOT IN THE GREENHOUSE: against the diseases and parasites of watermelons AURORAS in...
  • SAVE GRAPE, the monitoring IoT system for the vineyards: an application example
    SAVE GRAPE, the monitoring IoT system for the vineyards: an application example
    PREMISE 1 – SAVE GRAPE is our Internet of Things (IoT) monitoring system...
  • save, the proactive solution for vineyard
    IoT and wireless sensors in the vineyard: application in the “Land of Prosecco”
    For “VitiOviTec”,  a farm located in  Fregona, in the so-called “land of Prosecco”,...
  • IoT for art: sensors for the Super Violin of Cremona (Italy)
    IoT for art: sensors for the Super Violin of Cremona (Italy)
    With AURORAS, even the violin has become Smart! In Cremona, the city of...
  • save for vineyard
    The WEATHER STATION: LoRaWAN
    The Weather Station LoRaWAN is the FIRST WEATHER STATION which embeds the transmission...
  • SAVE CROP: Internet of Things system for agriculture
    SAVE CROP: Internet of Things system for agriculture
    SAVE CROP is an Internet of Things (IoT) system, designed to monitor crops...
  • temperature_extension_controller_safe
    Temperature: Wireless Sensor for temperature
    The Auroras Wireless Temperature Sensor AU03-10T0B measures the temperature in a range between -55°C...
  • not_invasive_Current Absortion Sensor
    Current: Wireless Sensor for Current Absorption
    The Auroras Wireless Current Absorption Sensor AU03-60A8E measures the current absorption up to...
Share