Call Us: +39 0377 220 666

Frane: una soluzione di monitoraggio con moduli LoRa

Dopo aver testato il range di trasmissione dei moduli LoRa, AURORAS ha individuato due possibili situazioni d’impiego, nell’ambito del monitoraggio delle frane in zone non pianeggianti.

Premessa
L’Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale dichiara che: “L’Italia è uno dei paesi europei maggiormente interessati da fenomeni franosi, con 528.903 frane (area di 22.176 km2, pari al 7,3% del territorio nazionale)”
(fonte: http://www.isprambiente.gov.it/it/temi/suolo-e-territorio/dissesto-idrogeologico/le-frane ).

Questi dati rendono il fenomeno un problema a livello nazionale

Tipi di frane (fonte: http://www.protezionecivile.gov.it/jcms/it/schede_tecniche.wp?contentId=SCT155 )
Le frane si differenziano tra loro a seconda dei fattori di volta in volta considerati:

  • tipo e cause del movimento;
  • durata e ripetitività del movimento;
  • tipo e proprietà meccaniche del materiale interessato;
  • caratteristiche e preesistenza o meno della superficie di distacco o di scorrimento.

frana_montesanto

Frane di crollo
Sono frane molto diffuse. Il termine si riferisce ad una massa di terreno o di roccia che si stacca da un versante molto acclive o aggettante e che si muove per caduta libera con rotolamenti e/o rimbalzi. Tipico delle frane di crollo è il movimento estremamente rapido.

Scorrimenti
Sono movimenti del terreno caratterizzati da deformazione di taglio e spostamento lungo una o più superfici di rottura localizzate a diversa profondità nel terreno. La massa dislocata si muove lungo questa superficie che rappresenta quindi il limite tra la zona che è instabile e quella che invece è stabile. A seconda della morfologia della superficie di separazione, si possono distinguere due tipi di scorrimenti: rotazionali (superficie curva) o traslazionali (superficie piana o leggermente ondulata).

Colamenti
In questo caso si ha una deformazione continua nello spazio di materiali lapidei e sciolti; il movimento, cioè, non avviene sulla superficie di separazione fra massa in frana e materiale in posto, ma è distribuito in modo continuo anche nel corpo di frana. I colamenti coinvolgono sia materiali rocciosi o detritici, che sciolti, ed in questo caso l’aspetto del corpo di frana è chiaramente quello di un materiale che si è mosso come un fluido. Questi ultimi tipi di colamenti sono molto rapidi; si parla, infatti, anche di colate rapide di fango, come ad esempio nel caso della tragedia di Sarno del 1998, in cui hanno perso la vita 160 persone.

Applicazioni possibili
I principali parametri di interesse:
– monitoraggio delle fratture
– monitoraggio delle superfici di scivolamento

I sensori utili nel monitoraggio delle frane sono:
1) Estensimetri
3) Distometri
4) Fessurimetri e Misuratori di giunto
5) Inclinometri
6) Piezometri

A prescindere dal tipo di sensore scelto la tecnologia LoRa permette di monitorare in tempo reale i dati rilevati. La capacità di trasmettere dati fino ad una distanza di 20 km fanno di questi moduli la giusta soluzione in ambienti montagnosi e collinari.
Il basso costo di questa tecnologia di trasmissione permette la creazione di reti di sensori a livello locale dando la possibilità anche a piccoli comuni o enti locali di poter monitorare in tempo reale i parametri misurati dai sensori scelti.

Topologie di rete possibili

LoRa + GPRS: in questa configurazione i dati vengono raccolti da un gateway con doppia connessione. La connessione LoRa ha la funzione di raccogliere dati dai nodi sensore mentre il GPRS è utilizzato per la trasmissione dei dati al server AURORAS.

LoRa + wifi: anche in questa configurazione i dati vengono raccolti da un gateway con doppia connessione. La connessione LoRa ha la funzione di raccogliere dati dai nodi sensore mentre il wifi collegato ad un router è utilizzato per la trasmissione dei dati al server AURORAS.





  • IOT IN THE GREENHOUSE: against the diseases and parasites of watermelons
    IOT IN THE GREENHOUSE: against the diseases and parasites of watermelons
    IOT IN THE GREENHOUSE: against the diseases and parasites of watermelons AURORAS in...
  • SAVE GRAPE, the monitoring IoT system for the vineyards: an application example
    SAVE GRAPE, the monitoring IoT system for the vineyards: an application example
    PREMISE 1 – SAVE GRAPE is our Internet of Things (IoT) monitoring system...
  • save, the proactive solution for vineyard
    IoT and wireless sensors in the vineyard: application in the “Land of Prosecco”
    For “VitiOviTec”,  a farm located in  Fregona, in the so-called “land of Prosecco”,...
  • IoT for art: sensors for the Super Violin of Cremona (Italy)
    IoT for art: sensors for the Super Violin of Cremona (Italy)
    With AURORAS, even the violin has become Smart! In Cremona, the city of...
  • save for vineyard
    The WEATHER STATION: LoRaWAN
    The Weather Station LoRaWAN is the FIRST WEATHER STATION which embeds the transmission...
  • SAVE CROP: Internet of Things system for agriculture
    SAVE CROP: Internet of Things system for agriculture
    SAVE CROP is an Internet of Things (IoT) system, designed to monitor crops...
  • temperature_extension_controller_safe
    Temperature: Wireless Sensor for temperature
    The Auroras Wireless Temperature Sensor AU03-10T0B measures the temperature in a range between -55°C...
  • not_invasive_Current Absortion Sensor
    Current: Wireless Sensor for Current Absorption
    The Auroras Wireless Current Absorption Sensor AU03-60A8E measures the current absorption up to...
Share